Attualità

Il capotreno aggredito con un machete a Villapizzone

Un capotreno è rimasto ferito al braccio alla stazione di Villapizzone dopo un’aggressione con un machete, a Milano. A colpirlo sarebbero stati almeno tre giovani di probabili origini sudamericane che si sono rifiutati di mostrare il biglietto. L’altro ferroviere ha riportato un trauma cranico. E’ successo lungo il tragitto che porta i passeggeri a Expo. Il capotreno che voleva controllare i biglietti ha perso il braccio: gli è stato amputato all’ospedale per le ferite.
 
IL CAPOTRENO AGGREDITO CON UN MACHETE A VILLAPIZZONE
All’aggressione avrebbe assistito una donna che è scappata subito dopo per lo spavento. Secondo quanto ricostruito finora dalla Polfer, il capotreno avrebbe chiesto i biglietti ai pochi passeggeri pronti a salire a bordo, compreso il gruppetto di almeno tre sudamericani. Questi si sarebbero rifiutati di mostrare il titolo di viaggio e uno di loro ha estratto un machete da una borsa colpendo al braccio il controllore. Un ferroviere libero dal servizio è intervenuto in suo aiuto ma è stato colpito alla testa (non è ancora chiaro se con la lama o altro) riportando un trauma cranico. Gli investigatori stanno ora cercando possibili testimoni e intanto stanno analizzando le immagini delle telecamere di sorveglianza installate lungo il passante ferroviario. Gli operatori del 118 non hanno precisato se l’uomo abbia perso l’arto a causa del colpo o se gli sia stato amputato una volta arrivato all’ospedale Niguarda a causa delle condizioni ormai compromesse. Più lievi, invece, le condizioni del ferroviere che è intervenuto in suo soccorso e che ha riportato un trauma cranico. Intanto continuano le ricerche degli aggressori.
 
DUE PERSONE PORTATE IN QUESTURA
Alle due di ieri notte due persone sono state portate in questura per essere interrogate sui fatti. Il capotreno ha dovuto subire l’amputazione del braccio all’altezza dell’omero all’ospedale Niguarda. Entrambi sono stati ricoverati con codice rosso. Ancora non e’ chiara la dinamica dell’episodio di violenza, sul quale sta indagando la Polizia. Secondo alcuni testimoni, gli aggressori sarebbero stati in 5-6 e sarebbero di nazionalità sudamericana.
Edit: Il capotreno potrebbe non perdere l’arto:

Sarebbero in miglioramento le condizioni del capotreno brutalmente aggredito (insieme a un ferroviere intervenuto per aiutarlo) ieri sera su un treno proveniente dal sito di Expo, lungo il passante ferroviario. L’uomo, secondo alcuni amici che per tutta la notte hanno seguito lo sviluppo della situazione sanitaria, dopo una lunga operazione potrebbe non perdere più l’arto. L’uomo, che ha circa 30 anni, è stato sottoposto a un’operazione chirurgica all’ospedale di Niguarda.