Attualità

I sostenitori dell'ISIS arrestati a Brescia

isis

È in corso in Lombardia, dalle prime ore del mattino, un’operazione della Polizia di Stato contro il terrorismo internazionale che ha portato ad arresti e perquisizioni. La Polizia sta eseguendo a Brescia un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due persone accusate di associazione con finalità di Terrorismo anche internazionale o di eversione dell’ordine democratico. Le indagini, condotte dagli uomini della Digos e del servizio Polizia postale, hanno permesso di accertare che gli indagati, sostenitori dell’organizzazione terroristica Isis, svolgevano continuativa attività di istigazione pubblica in rete.
 
I SOSTENITORI DELL’ISIS ARRESTATI A BRESCIA
La polizia ha arrestato un cittadino tunisino di 35 anni e un pakistano di 27 anni. Il primo aveva creato l’account twitter Islamic_State_in_Rome, insieme al complice pakistano, progetta il compimento di azioni terroristiche nel territorio italiano attraverso la medesima piattaforma informatica. Messaggi minacciosi a firma Islamic State sullo sfondo di alcuni luoghi-simbolo italiani, a Roma e Milano. “Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa dell’ora X”. Questi alcuni dei messaggi, scritti a penna, in italiano, arabo e francese, su dei foglietti tenuti in mano e, sullo sfondo, alcuni luoghi simbolo come il Colosseo, il Duomo o la stazione di Milano. Immortalati anche mezzi della Polizia di Stato e della Polizia locale, fermate della metropolitana, tratti autostradali e bandiere dell’Expo.

Alcuni dei tweet incriminati dei terroristi arrestati a Brescia