Attualità

Il grande ritorno delle domeniche ecologiche a Roma: la mappa

A Roma tornano le domeniche ecologiche, ovvero il blocco delle auto per 9 ore. La prima è in programma il 19 novembre. L’obiettivo, spiega in una nota il Campidoglio, è “contenere le emissioni inquinanti e contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche”. La Giunta capitolina ha dato il via libera all’iniziativa che “prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL “Fascia Verde” del PGTU, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. A partire da novembre 2017 la limitazione si estenderà anche agli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6″. Le domeniche ecologiche sono state programmate secondo il seguente calendario: 19 novembre 2017, 17 dicembre 2017, 21 gennaio 2018, 11 febbraio 2018.

domeniche ecologiche roma
La mappa della fascia verde per le domeniche ecologiche a Roma (Il Messaggero, 18 ottobre 2017)

Le date potranno essere suscettibili di modifiche, qualora si dovessero verificare eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, dovessero essere ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente. L’Assessorato alla Città in Movimento e i relativi uffici dipartimentali provvederanno al potenziamento del Trasporto Pubblico Locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale dovrà provvedere alla vigilanza per garantire l’osservanza del provvedimento di limitazione della circolazione da parte della cittadinanza. “Le domeniche ecologiche – commenta Linda Meleo, assessora alla Città in movimento di Roma Capitale – sono occasione per incentivare la mobilità sostenibile e per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’inquinamento. Proprio in vista del blocco del traffico e, come ogni anno, potenzieremo il trasporto pubblico locale per facilitare gli spostamenti, garantendo più corse di bus e tram”.