Attualità

L'incendio a Genova e Nervi

genova brucia

Un nuovo incendio, dopo quello di ieri a Nervi che ha portato a sfollare 13 persone, sta bruciando vicino a Genova. Alle 6.15 le fiamme sono divampate a Ponente della città. In Val Varenna, alle spalle di Pegli, dove una famiglia di due persone è stata sgomberata e l’autostrada A10 in direzione di Genova chiusa con uscita obbligatoria al casello di Voltri. Bloccata dalle 5.30 nuovamente anche l’autostrada a levante, fra i caselli di Recco e di Nervi, a causa del fumo che arriva dalle montagne circostanti. A Ponente le fiamme stanno interessando la zona popolare di via Salgari, densamente abitata, dove i disagi sono molto elevati anche per il traffico. L’incendio di Nervi, a Levante, invece, pur essendo molto esteso, durante la notte è stato fronteggiato dai vigili del fuoco e i volontari delle squadre anti-incendio: non ci sono state altre evacuazioni dopo le 13 persone di ieri sera, poi ritornate in tempi brevi nelle case. L’ospedale di Nervi, come gli altri abitati a rischio, è stato presidiato per tutta la notte da pompieri e volontari. In arrivo due Canadair e un elicottero.


Dopo le ore 5.20, sull’A12 Genova-Sestri Levante, è stato chiuso per ragioni di sicurezza il tratto tra Genova Nervi e Recco in entrambe le direzioni. Lo fa sapere Autostrade per l’Italia. Intorno alle ore 6.15, a causa di un altro incendio esterno alle competenze autostradali, è stato chiuso sull’autostrada A10 Genova-Savona il tratto compreso tra Genova Voltri e Genova Pegli in direzione di Genova. Sul posto sono intervenuti, inoltre, il personale della Direzione I Tronco di Genova e le pattuglie della polizia stradale.


Situazione critica a Pegli, nel ponente del capoluogo, dove alle prime luci dell’alba un vasto incendio alimentato dal forte vento di tramontana ha divorato il bosco e è sceso nell’abitato in un quartiere molto popoloso. I vigili del fuoco e i vigili urbani stanno utilizzando gli altoparlanti per invitare le persone a allontanarsi dalle abitazioni. Al momento è impossibile fornire il numero degli sfollati. Secondo quanto appreso, resta solo un focolaio su Monte Fasce che in queste ore viene aggredito dai vigili del fuoco.
Foto copertina da Twitter 
EDIT: