Fedez fa a pezzetti Pillon e le sue priorità (contro la legge sull’omofobia) | VIDEO

di neXtQuotidiano

Pubblicato il 2021-03-31

Le priorità di Simone Pillon sono quelle di bloccare la legge contro l’omofobia. Fedez gli ricorda facendo a pezzi le sue argomentazioni quanta propaganda e quante omissioni usi la Lega ogni giorno

Avete presente la risposta sulle priorità che il senatore della Lega Simone Pillon ha dato a Elodie dopo che ha definito la Lega indegna e omotransfobica per l’ostruzionismo che sta bloccando il ddl Zan contro l’omofobia? Beh oggi Fedez ha ricordato a Pillon le vere priorità. Distruggendo le sue argomentazioni pezzo per pezzo.

Fedez fa a pezzetti Pillon e le sue priorità (contro la legge sull’omofobia) | VIDEO

Il senatore della Lega scriveva: “Ufficio di presidenza sconvocato. Anche per oggi niente Zan. Ne parleremo più avanti con la speranza che prevalga il buon senso. La commissione giustizia sta lavorando febbrilmente per approvare il decreto sul riordino dell’esame di avvocato. Decine di migliaia di giovani attendono di poter svolgere la prova per cominciare una attività professionale. Penso che queste dovrebbero essere le vere priorità. Le valutazioni sull’incardinamento di leggi ideologiche, inutili e divisive possono aspettare”. E Fedez ha pensato bene di rispondere con delle stories su Instagram, in cui ha spiegato non solo a Pillon le vere priorità ma anche tutta la demagogia della Lega che per propaganda blocca la legge sull’omofobia ma poi nel concreto ha grossi problemi, come ad esempio nella gestione delle vaccinazioni in Lombardia.

fedez pillon priorità video

 

Ecco cosa ha detto Fedez:

“Questa mattina mi sveglio con le dichiarazioni del senatore Pillon che ci spiega il concetto di priorità, e io vorrei proprio entrare nel merito delle priorità del senatore e del Ddl Zan. Nelle scorse settimane il senatore Pillon ha osteggiato il Ddl Zan dicendo che favorisce gli uteri in affitto. Che è un bel titolo, solo che di uteri in affitto il Ddl Zan non ne parla. Vogliamo parlare di priorità? Parliamo di priorità. Vogliamo parlare di come il suo partito, la Lega, sta gestendo il piano vaccinale in Lombardia, dove gli 80enni e i 90enni attendono ancora di essere vaccinati? Vogliamo parlare di come la Lega non è riuscita a costruire una terapia intensiva spendendo decine di milioni di euro durante l’emergenza. Oppure per lei era una priorità quando io e mia moglie abbiamo esortato nel nostro piccolo ad indossare le mascherine mentre il vostro leader andava in giro a fare assembramenti e a togliersi la mascherina per farsi i selfie e nel dire Fedez è un personaggio blasfemo che non può fare appelli di questo tipo per un Gesù tatuato sulla pancia. Per lei quella è una priorità”.

Poi Fedez inserisce un breve filmato in cui Pillon farnetica, durante un Family day di qualche anno fa, spiegando che i “nostri bambini e maschietti” sono “costretti a truccarsi da una società impazzita”. Il cantante a questo punto cambia registro. Dalla polemica pura passa a un appello che è rivolto a Pillon ma non solo. Fedez sta parlando a tutti i genitori, e sta spiegando loro, anche se magari sono permeati da una cultura omofoba, perché il ddl Zan è importante:

“Le dico una cosa da padre, senatore Pillon. Io ho un figlio di 3 anni che gioca con le bambole e questa cosa non desta alcun tipo di turbamento in me, e non desta alcun tipo di turbamento in me se un giorno sentisse l’esigenza di truccarsi, di mettersi il rossetto, lo smalto, una gonna perché ha il diritto di esprimersi come meglio crede mio figlio. Quello che mi destabilizzerebbe un po’ è sapere che vive in uno Stato che non tutela il suo sacrosanto diritto di esprimersi in piena libertà, cercando di arginare le dinamiche discriminatorie e violente che molto spesso si verificano in questo Paese. Questo per me è una priorità. Saluti e baci.”

Probabilmente le parole di Fedez non avranno effetto su Pillon. Ma se la sua testimonianza e la sua protesta renderanno questo paese anche solo  un po’ meno omofobo un piccolo passo avanti sarà stato fatto.

Potrebbe interessarti anche