Attualità

Cosa si può fare nei weekend nelle regioni gialle?

Niente weekend arancioni ma i centri commerciali sono chiusi. Cosa si può fare nelle regioni gialle?

spostamenti zone gialle 16 gennaio

Bar e ristoranti aperti nei fine settimana nelle regioni gialle, ma con restrizioni come il il divieto di ospitare più di due persone (amici o parenti) non conviventi. Il Mattino spiega quali sono le nuove misure:

Il prossimo decreto non ribadirà il passaggio di tutte le Regioni, nei giorni festivi e prefestivi, in arancione. Questo proprio perché l’automatismo dell’adozione del giro di vite alla presenza del “rischio alto” «renderà arancione già gran parte delle Regioni e sarebbe insensato colpire le poche aree del Paese rimaste gialle», spiegano al ministero della Salute. Ma nei week-end,per evitare gli assembramenti dovuti alla corsa allo shoppingper i saldi, i centri commerciali continueranno a restare chiusi in tutta Italia.

Inoltre è in vigore il divieto di asporto per i bar a partire dalle 18.

A spiegare la ratio di questa misura, contestata da alcuni governatori regionali, da Italia Viva e dalle associazioni di categoria, è il ministro Speranza: «C’è una riflessione inatto,mapurtroppo in alcunicasi attorno all’asporto si costruiscono assembramenti negli spazi antistanti. Ascolteremo il Cts, le Regioni, il Parlamento,non possiamo peròpermetterci aggregazioni di persone. Siamo ancora inuna fase epidemica. Il vaccino è la nostra luce, ma l’impatto reale del vaccino sull’epidemia ha bisogno di tempo e non possiamo permetterci leggerezze. Le misure sono ancora necessarie ad evitare un aumento incontrollato dei contagi, nessuno sottovaluti la serietà della situazione».

Inoltre nuovo decreto confermerà il divieto, fino a fine febbraio,di superare i confini della propria Regione se non per «comprovate ragioni di lavoro, salute, emergenza». Anche nei fine settimana dunque.