Attualità

Il bus ungherese che ha preso fuoco sulla A4 allo svincolo di Verona Est

bus ungherese verona est

Sono sedici le vittime finora accertate dell’incidente stradale avvenuto la notte scorsa all’altezza dello svincolo di Verona Est con un autobus ungherese che ha preso fuoco dopo essere finito contro un pilone. A bordo c’era una comitiva di ragazzi, pare in gita scolastica, che dalla Francia stava facendo ritorno a Budapest. Il bilancio però non sarebbe ancora definitivo, perché si stanno cercando altre due o tre persone che mancano all’appello.

Il bus ungherese che ha preso fuoco allo svincolo di Verona Est

A bordo del pullman, secondo un primo accertamento, c’erano una cinquantina di ragazzi più due autisti. I feriti più gravi, una decina, sono stati ricoverati negli ospedali di Borgo Trento e Borgo Roma. Una quindicina quelli meno gravi accompagnati nel nosocomio San Bonifacio e che forse potrebbero essere dimessi in giornata. Gli altri usciti indenni dall’incidente sono stati prima assistiti dal personale dellA polizia stradale e poi accompagnati dagli agenti in un albergo per la notte. Al momento restano aperte tutte le ipotesi sulle cause della tragedia, anche quelle legate a un cedimento del mezzo o un malore del conducente.
bus a4 verona est
L’incidente è avvenuto poco prima di mezzanotte mentre il pullman stava percorrendo l’autostrada in direzione Venezia. Ancora da stabilire da dove proveniva e quale era la meta finale. In seguito allo schianto il mezzo ha preso fuoco. Parte degli occupanti, tra le urla e lo choc, sono riusciti a scendere. Sul posto sono subito intervenuti i mezzi di soccorso, tra cui due automediche, cinque ambulanze e tre pulmini. I feriti e contusi sono stati portati negli ospedali veronesi. La gran parte delle vittime è carbonizzata: dopo il violento impatto contro un pilone dell’autostrada, l’autobus ha preso fuoco intrappolando mortalmente diversi passeggeri. Altri sono invece morti in seguito all’impatto e sbalzati fuori dall’abitacolo. La ricognizione degli investigatori della Polizia scientifica di Verona e dei vigili del fuoco ha portato a definire con certezza il numero delle vittime sul posto, anche se l’operazione ha richiesto delle ore proprio a causa delle fiamme che hanno devastato i corpi delle vittime.

bus ungherese a4 verona est
Foto da: L’Arena

La stradale esamina i video dell’incidente sull’A4

I vigili del fuoco hanno operato con 18 operatori, 7 automezzi, tra cui un carro luce e un furgone NBCR per dotare di protezione il personale incaricato del recupero delle salme. Il casello di Verona Est è stato chiuso in direzione di Venezia perché il percorso comprende anche un cavalcavia la cui staticità dev’essere verificata dai vigili del fuoco, mentre è stata predisposta uscita obbligatoria a Verona Sud e rientro al casello di Soave in direzione Milano-Venezia. L’autostrada A4 è ancora chiusa tra Verona Est e Verona Sud in direzione Venezia perché devono essere ultimate le verifiche tecniche sulla stabilità del ponte contro il cui pilone il pullman si è schiantato ieri sera. Davanti ai vigili del fuoco accorsi per primi sul posto sono apparse delle scene raccapriccianti: alcuni dei ragazzi erano stati sbalzati fuori dal mezzo e i superstiti erano molto scossi e scioccati. La polizia stradale di Verona, assieme alla scientifica di Padova e Verona, sta raccogliendo tutti gli elementi che possano essere utili per ricostruire la dinamica esatta dell’incidente del pullman ungherese a Verona est, che ha causato la morte di 16 persone, soprattutto ragazzi. L’attenzione è concentrata anche nella raccolta e visione dei video della rete autostradale. Sarebbero già in viaggio verso l’Italia alcuni familiari degli studenti ungheresi morti la notte scorsa nel rogo del pullman ungherese allo svincolo autostradale di Verona est. Alcune famiglie sono state raggiunte dalla tragica notizia dopo un colloquio tra la polizia stradale e la magistratura scaligera con le autorità consolari del Paese est europeo.
bus ungherese a4 verona est 1
Sul pullman, che dalla Francia stava rientrando in Ugheria, a Budapest, c’erano 54 passeggeri e 2 autisti, tutti ungheresi. Sedici le vittime accertate, 26 i ricoverati in ospedale tra cui alcuni gravi (10 saranno dimessi nelle prossime ore) e 13 i soccorsi sul posto e poi portati in un albergo vicino. La carcassa del pullman e’ stata rimossa dalla strada e l’A4, che e’ rimasta chiusa per tutta la notte tra Verona Sud e Verona Est, dovrebbe riaprire a breve.