Attualità

La mappa dei nuovi autovelox piazzati a Roma

Saranno dispositivi intelligenti, dotati di lenti focali grandangolo per avere uno sguardo a lungo raggio e fotografare anche chi parcheggia in doppia fila

AUTOVELOX MAPPA MULTE

Nel 2019 l’amministrazione Raggi ha messo a bilancio 19 milioni di euro da portare a casa attraverso i proventi delle violazioni dei limiti di velocità, rilevati attraverso autovelox da piazzare in punti strategici di Roma. Spiega oggi il Messaggero che l’aumento di quattro milioni nelle previsioni di incassi prevede che ci siano tre tipologie di destinatario della multa: le amministrazioni pubbliche, le famiglie e le imprese. Dalle prime il Campidoglio si aspetta spiccioli: 22.500 euro. Dalle imprese si stima un introito pari a circa 3 milioni di euro. Sono invece le famiglie, quindi gli automobilisti privati, il maggiorazionista del fondo salva buche. Ci si attendono infatti circa 16 milioni di euro disponibili, come recita il Codice «per la manutenzione delle strade e per l’acquisto di mezzi e attrezzature per i servizi di polizia».Anche per tutte le altre violazioni non accertate con l’autovelox di 74 milioni stimati, ben 21 sono destinati a interventi per la sicurezza stradale. Un modo per capitalizzare le infrazioni a vantaggio della comunità.

autovelox roma
La mappa dei nuovi autovelox a Roma (Il Messaggero, 17 dicembre 2018)

E le nuove posizioni? La prima strada a entrare nel mirino è stata la galleria Giovanni XXIII. Qui infatti, dice il documento firmato dal comandante Antonio Di Maggio, «è possibile installare e utilizzare, in entrambe le direzioni, dispositivi e mezzi tecnici di controllo del traffico finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni dei limiti di velocità». Ma sono 7 i nuovi dispositivi da acquistare per affiancarli ai 27 già in dotazione alla Municipale utilizzandoli sia in postazione mobile che fissa. Un investimento pari a 254mila euro. I velox saranno piazzati con molta probabilità in altre strade critiche come la Cristoforo Colombo, via Nomentana, via Cassia, via Casilina, viale Marco Polo, via Laurentina, via Pontina, via Ostiense, viale di Tor Bella Monaca, via Tiburtina,via Prenestina. Saranno dispositivi intelligenti, dotati di lenti focali grandangolo per avere uno sguardo a lungo raggio e fotografare anche chi parcheggia in doppia fila.

Leggi sull’argomento: Il Giornale e i Di Battista che non pagano i lavoratori