Attualità

Anna Duritskaya: i sospetti sulla fidanzata di Nemtsov che non ha visto l'omicidio

L’unica testimone dell’omicidio del leader dell’opposizione russa Boris Nemtsov non è più in Russia. L a fidanzata di Nemtsov, la ventitreenne modella ucraina Anna Duritskaya, che era con lui la sera in cui è stato assassinato sarebbe infatti tornata a casa sua in Ucraina. La donna sarebbe stata interrogata a lungo dalla polizia immediatamente dopo l’omicidio ed è stata rilasciata solo alle prime luci dell’alba. La sua versione dei fatti però non convince: la Duritskaya avrebbe infatti detto di non aver visto nulla perché l’assassino è arrivato alle spalle della coppia (che stava passeggiando nei pressi della Piazza Rossa). L’unica cosa che la fidanzata di Nemtsov ha ammesso di aver visto è stata una macchina di colore chiaro che si allontanava dalla scena del delitto.

Anna Duritskaya durante un'intervista concessa via Skype nei giorni scorsi (Fonte: Youtube.com)
Anna Duritskaya durante un’intervista concessa via Skype nei giorni scorsi (Fonte: Youtube.com)

 
LA FIDANZATA DI NEMTSOV NON È PIÙ IN RUSSIA
Dopo essere stata rilasciata dalla polizia la Duritskaya ha ottenuto il permesso di lasciare Mosca ed partita alla volta di Kiev. Il Ministero degli Esteri ucraino ha comunicato che Anna Duritskaya è arrivata in Ucraina il 2 marzo. A confermarlo un tweet di Yevhen Perebyinis il portavoce del Ministro degli Esteri. Come si legge nel tweet la Druitskaya sarebbe arrivata in Ucraina grazie all’aiuto della diplomazia di Kiev:

Anna Duritskaya è appena atterrata a Kiev. I diplomatici ucraini di stanza a Mosca hanno fornito alla nostra connazionale l’assistenza necessaria per un suo ritorno in patria.

Il tweet del portavoce del Ministro degli Esteri ucraino (fonte: Twitter.com)
Il tweet del portavoce del Ministro degli Esteri ucraino (fonte: Twitter.com)

La Duritskaya non sarà quindi presente alle esequie di Boris Nemtsov e la cosa non fa altro che alimentare le dicerie su un suo possibile coinvolgimento nell’assassinio del leader dell’opposizione russa.
anna duritskaya twitter - 1
 
LE TEORIE SU UN COINVOLGIMENTO DELLA DURITSKAYA
Anna Duritskaya infatti è una modella, è bellla e giovane e soprattutto è ucraina. Elementi sufficienti per dire che la ragazza sarebbe in qualche modo al centro dei piani elaborati per eliminare Nemtsov. Ci sono infatti quelli che sostengono che l’omicidio non sia politico ma “passionale”. Uno degli ex-fidanzati della Duritskaya avrebbe fatto assassinare Nemtsov per gelosia. Altri invece sostengono che sia tutto un complotto ordito in quel di Kiev dagli odiati vicini, i nazionalisti ucraini, per indebolire Vladimir Putin (l’omicidio è avvenuto praticamente “sotto casa” di Putin)? Per creare confusione in Russia? Insomma, le solite cose senza alcun riscontro fattuale al momento. Anche la testimonianza della ragazza non giocherebbe a suo favore. Quel suo non aver visto nulla di quello che è successo alla mezzanotte tra venerdì e sabato desta sospetti. Ma le riprese delle telecamere di sorveglianza scagionano completamente la giovane modella “finita in una vicenda più grande di lei”. Dopo essere stata interrogata per ore senza un avvocato Anna Duritskaya può uscire di scena e lasciare spazio all’ennesimo omicidio di una voce critica di Putin.