Attualità

Al Giornale non sanno nemmeno contare

giornale sciopero

Che ultimamente il Giornale nella sua edizione on line sia diventato molto simile a Tzé Tzé, per la gioia di Montanelli che si sta rivoltando nella tomba, è un fatto. Ma che sia sempre l’edizione cartacea a regalarci le maggiori soddisfazioni, è un altro fatto incontrovertibile. Oggi ad esempio un interessante strillo in prima introduceva questo articolo a firma di Giuseppe Marino, in cui si sostengono due cose che non stanno per niente bene insieme: si dice che il nord ospita un “immigrato” (parola sbagliata con la volontà di sbagliare, tra l’altro: parliamo di profughi e richiedenti asilo, non semplici immigrati) su quattro, e si dice anche che questo prova che il Nord non è egoista.
sbarchi giornale
 
Ora, a parte che logica vorrebbe che, se l’Italia è divisa in Nord, Centro e Sud, i conti tornerebbero se il Nord ospitasse un immigrato su tre (e uno al centro, e uno al sud). In più, se al Giornale non sanno la matematica, anche con la verità se la passano malissimo: la polemica non è con tutte le regioni del nord, ma con quelle a guida leghista o di centrodestra, ovvero Lombardia, Veneto e Liguria. Ma soprattutto, il Giornale non pare essersi accorto che i conti dicono l’esatto contrario di ciò che sostiene via Negri: nonostante lo stesso Maroni quando era ministro sostenesse che i profughi andavano ripartiti in base alla popolazione, questa era la situazione del rapporto tra profughi e popolazione: ad ospitarne meno, oltre alla Val d’Aosta, in rapporto alla popolazione, sono Veneto, Lombardia, Trentino.
regioni migranti conti
 
 

Leggi sull’argomento: Perché Maroni e la Lega mentono sui profughi