Accettazione privacy

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Elezioni politiche 2018, gli exit poll

Il centrodestra in vantaggio nei pronostici subito dopo la chiusura delle urne. Il M5S è di gran lunga il primo partito. In difficoltà il Partito Democratico

L’instant poll delle elezioni politiche 2018 pubblicati da SWG per La7 su un campione di cinquemila elettori dà il MoVimento 5 Stelle tra il 28,8 e il 30,8%, il Partito Democratico tra il 21 e il 23%, Forza Italia e Lega tra il 13,5 e il 15,5% e tra il 12,3 e il 14,3%, Fratelli d’Italia tra il 4,4 e il 5,4%. +Europa è tra il 2,8 e il 3,4% mentre Liberi e Uguali è tra il 5,2 e il 6,2%.

L’exit poll riguardante la percentuale di voti e seggi per liste e coalizioni per la Camera e per il Senato, realizzati dal Consorzio Opinio Italia (Istituto Piepoli, Emg e Noto Sondaggi) per la Rai dichiara che il M5s al Senato è il primo partito con il 29-32%. Ecco gli exit poll di Opinio (EMG/Piepoli/Noto) per Rai: Forza Italia 13 – 16 Lega 13 – 16 Fratelli d’Italia 4 – 6 Noi con l’Italia Udc 1 – 3 PD 20,5 – 23,5 +Europa 2 – 4 Insieme 0 – 2 Civica Popolare 0 – 2 SVP 0 – 2 Movimento 5 Stelle 29 – 32 Leu 3-4,5.  Secondo Opinio a Montecitorio alla coalizione di centrodestra vanno 225-265 seggi, al centrosinistra 115-155 seggi, al M5s 195-235. a Leu 12-20 seggi, ad altri tra 4 e 8 per cento.

Tecnè per Mediaset pubblica intention poll, con dati relativi al proporzionale alla Camera e al Senato per partiti: per il Tgcom, M5s 29-33, Pd 17,5-21,5. Primo exit poll di Quorum per SkyTg24: l’M5s è il primo partito al 30%, segue il Pd al 20,5%, poi Lega al 14,5% e Forza Italia a 14%. Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai al Senato la coalizione di centrodestra è avanti al 33,5-36,5%, l’M5S è il primo partito al 29-32 % mentre la coalizione di centrosinistra è al 25-28% e Leu è al 3-5%.

Elezioni politiche 2018, gli exit poll

Nel dettaglio il primo exit poll della Rai ad opera del Consorzio Opinio Italia relativo al Senato dà il M5s quotato tra il 29 e il 32%; Pd 20,5-23,5; Forza Italia 13-16; Lega 13-16; Fratelli d’Italia 4-6; Liberi e Uguali quotato tra il 3 e il 5; +Europa Bonino – Cd 2,5-4,5; Noi con l’Italia – Udc 1-3; Civica Popolare Lorenzin 0 -2; Italia Europa Insieme 0-2; Svp 0-2; altre 0-2. Il campione è del’80%.  Secondo l’intention poll realizzato da Tecnè per Mediaset, alla Camera nel maggioritario il centrodestra è in testa con il 32,5-36,5%. Il M5S è al 29-33%, mentre la coalizione di centrosinistra è tra il 22,5 e il 26,5%. Leu è tra il 3 e il 5% e altri tra il 5 e il 7%.

Secondo l’intention poll realizzato da Tecnè per Mediaset, al maggioritario al Senato la coalizione di centrodestra è prima tra il 33 e il 37%. Il M5S si attesta tra il 28 e il 32%, il centrosinistra è al 23-27%. Liberi e Uguali è tra il 3 e il 5%. Altri tra il 5 e il 7%.

L’Italia senza maggioranza

Gli exit poll delle elezioni italiane sono le breaking news sui siti internazionali, da El Pais a Sky News, da Le Monde al Guardian. Tutti riportano la vittoria della coalizione di centrodestra nel suo insieme sottolineando tuttavia che il Movimento 5 Stelle è il primo partito. Ma è diffusa la lettura di un “hung parliament”, ovvero di un ‘Parlamento appeso’ senza una maggioranza per governare.

“Le elezioni italiane consegnano un parlamento appeso”, twitta anche la Reuters. Stessa lettura per la Bbc, che parla di “parlamento appeso con gli anti-establishment del M5S primo partito e la coalizione di centrodestra in testa”. “La coalizione di centrodestra in testa nel voto italiano, ma la maggioranza è incerta secondo gli exit poll”, cinguetta l’Afp, mentre il quotidiano spagnolo El Pais evidenzia che “la coalizione di Berlusconi è in testa ai sondaggi che segnalano il Movimento 5 Stelle come il partito più votato”.

I falsi exit poll su Whatsapp di oggi pomeriggio

Com’è noto, lo spoglio vero e proprio arriverà nel primo mattino di lunedì perché verranno prima conteggiati i collegi dell’uninominale e le coalizione e successivamente le singole liste. bisognerà invece attendere più a lungo per conoscere i pesi dentro alle coalizioni, cioè quanto hanno preso, ad esempio, PD, FI o Lega. E lo scrutinio sarà complesso. Già è successo anche nella nostra storia che tra exit poll e sondaggi ci sono state differenze significative, in un senso o nell’altro.

Oggi pomeriggio sono invece circolati alcuni falsi exit poll attribuiti a Euromedia Research di Alessandra Ghisleri, che ne ha smentito l’attendibilità dichiarando di non averne effettuati. Con l’allegria tipica del simpatico guascone che davvero meriterebbe un posto… in parlamento, successivamente il candidato di Fratelli d’Italia Guido Crosetto ha ammesso di averne mandati in giro di contraffatti per divertimento.