Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.

Quando Alessandro Di Battista diceva che avrebbe lasciato il M5S in caso di alleanze

Categorie: Politica, Q&A

«Il giorno che il MoVimento 5 Stelle dovesse allearsi con i partiti che hanno distrutto l'Italia, io lascerei il MoVimento 5 Stelle», diceva Dibba. Oggi la lettera di Di Maio a Repubblica

Era il 17 novembre 2017 e Alessandro Di Battista in questo video di Repubblica era chiarissimo: “Ho risposto a questa domanda un milione di volte: il giorno che il MoVimento 5 Stelle dovesse allearsi con i partiti che hanno distrutto l’Italia, io lascerei il MoVimento 5 Stelle. Bisogna vincere le elezioni e avere l’incarico di governo, poi ci si presenta alle Camere e si dice: ‘Chi vuole dare la fiducia a un governo che vuole l’abolizione della legge Fornero, il reddito di cittadinanza’” etc etc etc.

Oggi Luigi Di Maio ha scritto una lettera al giornale-partito della sinistra italiana, Repubblica, per proporre, senza dirlo esplicitamente, un’alleanza con quel che resta del Partito Democratico, ovvero con “uno dei partiti che hanno distrutto l’Italia” come direbbe Di Battista. Se questo non andasse in porto, l’unica altra strada è l’alleanza con Salvini, ovvero con la Lega, ovvero con “uno dei partiti che hanno distrutto l’Italia”. O tempora, o mores!

Leggi sull’argomento: Lo spauracchio delle elezioni per convincere il PD al governo con il M5S