Opinioni

«Virginia Raggi? Prima cade, meglio è»

L’Unità oggi riferisce di una surreale conversazione alla buvette i cui protagonisti sono la senatrice Paola Taverna e il leghista Gian Marco Centinaio. Nel pezzo firmato da Claudia Fusani si rievoca il “complotto per far vincere i 5 Stelle” che aveva portato la Taverna agli onori della cronaca e poi si dice che la Taverna si è augurata la caduta della Raggi, con tanto di “casini” che dovrebbero venire fuori (evidentemente su di lei):

Galeotta fu la buvette. Quella più intima e raccolta di palazzo Madama. È qui, tra un caffè e un cappuccino di un’ordinaria giornata d’aula, che la senatrice grillina Paola Taverna, amatissima erinni del movimento romano, già nota alle cronache per il famoso «a Roma c’è un complotto per far vincere il Movimento 5 Stelle» pronunciato in piena campagna elettorale, se ne esce due giorni fa con un altrettanto dirompente: «La Raggi? Tanto prima cade e meglio è». Uno dei suoi interlocutori, il capogruppo leghista Gian Marco Centinaio strabuzza gli occhi: «Perché mai dici questo?» La senatrice non ha dubbi: «Vedrai, vedrai che casini verranno fuori»

Paola Taverna in Deh Ledy
Paola Taverna in Deh Ledy

Quali saranno i grandi casini che devono venire fuori? Nel resto dell’articolo si racconta dell’incontro alla buvette tra i parlamentari della Lega e i senatori grillini Taverna, Castaldi e Montevecchi. Schermaglie sulla parentopoli M5S, repliche sul Trota e poi la battuta della Taverna, non seguita però da altri particolari. Si dà poi conto dei rapporti freddi tra la Taverna e la Raggi e dell’episodio che ha visto protagonista Vignaroli. Poi nient’altro. Non resta che aspettare e vedere.

Leggi sull’argomento: Beppe Grillo molla il simbolo del MoVimento 5 Stelle