Attualità

Salvo Mandarà stava solo raccogliendo materiale per una denuncia

salvo mandarà sex trap ricatto - 6

Ieri è successo un fatto di poco conto, un evento al quale la vita sull’Internet ci ha abituati. Un gonzo, dimenticando la regola fondamentale dell’Interwebs, si è masturbato in cam di fronte ad una sconosciuta. Ovviamente è successo esattamente quello che accade sempre, al malcapitato è subito arrivata la richiesta di un pagamento per evitare la pubblicazione del video girato dalla camwhore “a sua insaputa”. Anche qui niente di nuovo, Fabrizio Corona ci ha costruito una carriera con stratagemmi del genere. la vittima in questo caso è Salvo Mandarà, un tempo l’esperto di comunicazione Web del Movimento 5 Stelle.

salvo mandarà sex trap ricatto - 1
“Assetto corretto” e hai subito il cazzo in mano

L’esperimento sociologico di Salvo Mandarà

A raccontarcelo è stato lui stesso ieri che, per prendere i contropiede i pericolosissimi hacker che collezionano video dei cazzi degli sprovveduti, ha spiegato che in realtà era tutto programmato, voleva solo vedere quanto profonda era la tana del bianconiglio per “capire fino a che punto arrivasse la disperazione umana” e se era vero quello che si diceva in giro sulle camwhore, come spiegava Beppe Grillo qualche anno fa:

ti colleghi al sito YouPorn, vai a vederti un filmetto porno che ti piace, due donne insieme, in tre, con un cavallo, quello che vuoi. Dopo che hai visto questo filmato gratis, sul monitor appare automaticamente il genere di donna che hai visto. Abita vicino a te, nella tua città e se vuoi si collega con te immediatamente. Lei è in casa sua che ti guarda con una webcam e tu guardi lei. Se vuoi parlarle clicchi, fai conoscenza e ti metti d’accordo per una prestazione. In questo modo il rapporto è diretto, non c’è più il magnaccia, lo sfruttatore, e non vai più per strada. La rete toglie tutte le intermediazioni, toglie anche le donne o gli uomini dalla strada. Vuol dire che tu fai pornografia in proprio, tu direttamente, ti metti in rete e ti pagano. Se non vuoi pagare la prestazione ti fai filmare in una scena sessuale con un quadratino nero sul volto così non ti si riconosce. Ti filmano e mettono il filmato sul sito, e tu non paghi niente, è tutto gratis. Insomma sesso a chilometro zero. Poi può capitare che chi ti contatta è la tua collega che si è connessa online dall’adiacente angolo del tuo ufficio… è successo davvero.

Ora se davvero fosse stato un esperimento Salvo al posto dell’uccello avrebbe tirato fuori una banana, un cetriolo, un cazzo finto giusto per vedere che effetto avrebbe fatto visto che l’esito era abbastanza scontato non c’era bisogno di arrivare alla conclusione dell’atto per sapere che si sarebbe arrivati alla richiesta di un riscatto. Perfino uno come Paolo Barnard, che non si è mai fatto grossi problemi a pubblicare foto del suo cazzo su Twitter non è caduto nella trappola.
salvo mandarà sex trap ricatto - 2
Ma Salvo non ha ceduto al ricatto, e quindi per evitare che qualcuno vedesse quel video ha pensato di giocare d’anticipo, da vero esperto della comunicazione Web qual è (in fondo si fa chiamare Salvo 5.0). Ed è per questo che ha anche pubblicato una serie di screenshot, opportunamente censurati, dove mostra come si è svolta la faccenda e riusciamo a capire come sia difficile cadere in una trappola del genere.

salvo mandarà sex trap ricatto - 3
Una vera donna alle parole “Ho una web TV” avrebbe già bloccato il contatto

E ora tutti a cazzo duro denunziare la truffa del Signoraggio 

Non tutto è perduto però, perché in attesa di ottenere il perdono della compagna (ahia) Salvo ha avuto modo di fare alcune profonde riflessioni sul funzionamento del sistema mediatico. Infatti non appena si è diffusa la voce che aveva fatto la figura dell’allocco ha ricevuto una telefonata da Cruciani che lo ha intervistato in diretta per chiedergli di raccontare la sua storia. Ed allora Salvo ha capito una cosa: aveva ragione Freud!1
salvo mandarà sex trap ricatto - 4
I giornali non vogliono dare le notizie importanti e si interessano a Salvo solo quando intervista Sara Tommasi oppure per chiedergli il numero di Rosario Marcianò. Ma quando si tratta di cose serie come la manifestazione contro il signoraggio, scie chimiche, Nikola Tesla, i mandanti occulti dell’attentato alla redazione di Charlie Hebdo dove Salvo ritiene il poliziotto sia stato ucciso per finta come tanti altri complottisti i giornali non si interessano di lui.
salvo mandarà sex trap ricatto - 5
Ma non è vero perché ad esempio per le sue uscite su Charlie Hebdo Salvo è finito su tutti i giornali.

se parliamo del sistema bancario criminale che uccide e schiavizza milioni di persone, se parliamo della manifestazione del 18 giugno a Roma contro il signoraggio organizzata da Marra, se parliamo di altre cose serie, i giornali stanno alla larga…..ma appena si tocca la sfera legata al sesso, appena si sfiora qualcosa di pruriginoso, ecco che i post su facebook vengono presi d’assalto, i giornalisti ricordano il tuo numero e tutti si precipitano a commentare. Ora, fino alla prossima “cazzata”, che a questo punto proverò a progettare (un falso flag insomma), si torna alla calma piatta!

Ma quindi perché la stampa di regime si interessa di Salvo solo quando si tocca la sfera legata al sesso (non è vero ma facciamo finta che sia così)?  Semplice: perché tutto il resto delle cazzate che dice non è molto interessante.