Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.

Rosato dice che Renzi non si candiderà alle prossime primarie

Categorie: Opinioni

“Secondo me Renzi ha detto con chiarezza che non si ricandida alle primarie, non vuole fare il segretario, ha fatto la sua parte”. Lo ha detto Ettore Rosato a Omnibus su La7. All’obiezione che le parole del segretario non sono state proprio così chiare, Rosato ha replicato: Renzi “ha detto: ‘mi dimetto e facciamo il congresso’. Altrimenti avrebbe detto: ‘mi dimetto e mi candido al congresso'”. Quanto all’ipotesi di Carlo Calenda leader Rosato dice: “Prendo per buone le parole di Calenda, che è persona intelligente: come volete che vada a fare il segretario che è appena entrato?”.

Rosato è uno dei renziani più vicini all’attuale segretario dimissionario del Partito Democratico, oltre che il parlamentare che ha “firmato” la legge elettorale e il capogruppo uscente alla Camera. Eppure Renzi non è stato così chiaro come sostiene Rosato sulla questione della partecipazione alle prossime primarie del Partito Democratico. E la frase che cita lo stesso ex capogruppo PD alla Camera è ambigua, visto che l’attuale segretario non ha escluso la possibilità di ricandidarsi.

Nel Pd, assicura Rosato, “c’è una compattezza di fondo nell’essere coerenti con gli impegni assunti in campagna elettorale. Abbiamo perso le elezioni ed e’ giusto che andiamo all’opposizione”. “A noi oggi – dice ancora Rosato – spetta dare tutta la fiducia al capo dello Stato, perché provi a trovare le soluzioni per far nascere un governo con chi queste elezioni le ha vinte. Non parlerei di elezioni ancor prima dell’insediamento”.

Leggi sull’argomento: Cosa farà da grande Matteo Renzi