Attualità

Fabrizio La Gaipa: il candidato M5S in Sicilia arrestato per estorsione

fabrizio la gaipa 1

Il candidato del MoVimento 5 Stelle di Agrigento alle elezioni regionali in Sicilia Fabrizio La Gaipa è stato arrestato per estorsione. Imprenditore di 42 anni, primo dei non eletti nella provincia di Agrigento alle scorse elezioni regionali siciliane, La Gaipa è accusato da diversi dipendenti dello stesso imprenditore che gestisce un albergo ad Agrigento. Il 5 novembre La Gaipa, con oltre quattromila voti, è arrivato primo dei non eletti subito dopo Matteo Mangiacavallo (14 mila voti) e Giovanni Di Caro (5.900 voti). L’arresto è scattato per l’estorsione a danno di due dipendenti.

Fabrizio La Gaipa: il candidato M5S arrestato per estorsione

L’inchiesta del sostituto Carlo Cinque, coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio, parte dagli esposti di alcuni dipendenti di La Gaipa, che gestisce l’hotel “Costazzurra Museum & Spa”. La vicenda dovrebbe riguardare la regolarità dei contratti di lavoro e la corrispondenza tra gli stipendi dichiarati e quelli effettivamente versati ad alcuni dipendenti. Secondo gli inquirenti i dipendenti avrebbero percepito stipendi inferiori rispetto a quelli dichiarati: da qui l’accusa di estorsione nei confronti di La Gaipa.
fabrizio la gaipa
La Gaipa ha partecipato attivamente alla campagna del MoVimento 5 Stelle in Sicilia: in questo video pubblicato su Facebook diceva “basta” ai privilegi dei politici, mentre in altri contributi filmati mostrava l’attacchinaggio dei manifesti. Qualche giorno fa condivideva su Facebook la dichiarazione di Giancarlo Cancelleri su Musumeci: “Fosse stata una vittoria pulita la sua, lo avrei chiamato. Ma non lo è e mi dispiace”. A denunciare l’imprenditore pentastellato sarebbero stati gli stessi dipendenti. Sono diverse le testimonianze raccolte dalla Procura negli ultimi mesi per fare luce sulla regolarità dei contratti di lavoro dell’imprenditore. La Gaipa attualmente è agli arresti domiciliari.

L’arresto di Fabrizio La Gaipa

L’arresto di Fabrizio La Gaipa arriva dopo la comparsata di Giancarlo Cancelleri a Le Iene di domenica, in cui il candidato grillino alla Regione Sicilia aveva sostenuto che la notizia della querellr tra i giornalisti Luca De Carolis del Fatto Quotidiano, Gabriella Cerami dell’Huffington Post e Mario Ajello del Messaggero e Luigi Di Maio era costata voti al M5S, e parlando di falsità e fake news. Il Fatto Quotidiano ha risposto ieri confermando la notizia e i suoi dettagli, anche se il giornalista che l’ha scritta è stato coperto di insulti su Facebook.
fabrizio la gaipa arrestato
Con Fabrizio La Gaipa, 42 anni, risulta indagato nella stessa inchiesta condotta dalla Procura di Agrigento anche il fratello Salvatore per il quale i magistrati hanno disposto il divieto di dimora in città. Fabrizio La Gaipa, albergatore di Agrigento candidato alle regionali con il Movimento 5 Stelle, era presente mercoledì 1 novembre in Piazza Cavour per la chiusura della campagna elettorale. L’indagine, spiega la procura di Agrigento, “ha per oggetto una duplice estorsione perpetrata dagli indagati (i due fratelli la Gaipa ndr) ai danni di due dipendenti costretti, dietro la minaccia del licenziamento, ad accettare un salario inferiore a quello risultante in busta paga”. “I dipendenti, parti offese del reato – dice il procuratore capo Patronaggio – hanno offerto riscontri documentali ed audio alle loro dichiarazioni accusatorie nei confronti degli indagati”. “Il fenomeno delle ‘false buste paga’ – aggiunge Patronaggio – è particolarmente diffuso nell’agrigentino e oggetto di particolare attenzione investigativa da parte dell’Ispettorato del Lavoro oltre che delle forze di polizia”. “Nei prossimi giorni – annuncia – ci sarà l’interrogatorio di garanzia da parte del gip Stefano Zammuto”.  In questo video si può vedere il suo intervento:

Alla sua campagna elettorale avevano partecipato anche il vice presidente della Camera Luigi Di Maio, il parlamentare Alessandro Di Battista e il candidato a Governatore in Sicilia Giancarlo Cancelleri. La Gaipa si descriveva così nella sua presentazione sul sito del M5S: “Sono un imprenditore turistico di seconda generazione, con un passato da giornalista e scrittore. Nutro una passione profonda, consolidata nel nostro territorio, per l´ arte antica. Recentemente mi sono impegnato in iniziative culturali innovative legate all’archeologia come l’apertura ad Agrigento dell’Hotel Costazzurra Museum & Spa, primo archeo-hotel del mondo, eventi culinari legati alle tradizioni gastronomiche dell’antichità e persino la riscoperta di trattamenti e rituali estetici del passato quali il massaggio con lo strigile”.