Attualità

Il disastro dell'ATAC a Roma

atac merda

L’estate 2016 parte al disastro per ATAC. Dopo il caos rifiuti c’è un’altra gatta da pelare per la sindaca Virginia Raggi: le oltre 50 linee le cui vetture hanno subito dei guasti lasciando appiedati migliaia di romani e turisti in tante zone della città. Una sfilza di corse soppresse e 180mila guasti che ogni anno le officine interne si trovano a dover riparare. E al ricovero finiscono anche le navette più recenti, acquistate tra 2013 e 2014, perché hanno il telaio già danneggiato a causa delle buche nelle strade della città. Una situazione che è aggravata dal fatto che a rompersi sono i mezzi con l’aria condizionata, quelli che non hanno i finestrini e la temperatura interna, senza refrigerio elettronico, arriva a 50 gradi: a forza di prendere colpi le tubature dei condizionatori si sfaldano, racconta oggi il Messaggero.
Non solo: i mezzi sono troppo vecchi – 10 anni è la media – e hanno percorso più di 700mila chilometri: il risultato è che su 1920 bus in teoria disponibili oltre 700 rimangono parcheggiati nelle rimesse e 800 ne circolano. E poi ci sono i guasti: nel corso del 2015, tra bus, tram e filobus Atac ha ammesso di avere perso «7 milioni e 587mila vetture/km» rispetto a quantoavevaprogrammato. E la metro è messa ancora peggio: molti treni hanno le ruote deteriorate. E se non verrà avviata una manutenzione nel giro di qualche settimana, entro dicembre sulla prima linea verrà cancellato il 40% delle corse. «Taglieremo 2 treni al mese da settembre», hanno scritto in una relazione riservata spedita in Campidoglio i vertici di questa municipalizzata.

disastro atac roma
ATAC ai raggi X (Il Messaggero, 5 agosto 2016)